|  

acqua di cocco

L’acqua di cocco viene ricavata dalla noce di cocco verde. La noce di cocco è il frutto dell’albero di cocco ed è raccolta come frutto verde relativamente immatura che ha all’incirca la dimensione di una testa. La noce di cocco fresca contiene fino a un mezzo litro di un liquido trasparente piuttosto dolce – l’acqua di cocco – e una tenera polpa bianca di sapore aromatico.

La noce di cocco verde è appena conosciuta in Europa. La noce marrone che possiamo acquistare qui è infatti il nocciolo del frutto verde, con soltanto molto poco di liquido. L’acqua di cocco viene estratta prima della formazione di questo nocciolo in cui si trova la polpa di cocco molto grassa.
Bisogna distinguere fra acqua di cocco e latte di cocco. Il latte di cocco viene ricavato spremendo la polpa del frutto maturo. A differenza del latte di cocco, l’acqua di cocco contiene pochissimi grassi (1,05g/100 ml).
In Brasile l’acqua di cocco è una bevanda molto diffusa che è bevuta direttamente dalla noce di cocco. Lì si giura sull’efficacia dell’acqua della noce di cocco:
"L’acqua di cocco tiene sano per sempre!”

Una bevanda per tutti

L’acqua di cocco è un alimento di grande valore contenente molti microelementi, sostanze minerali e vitamine che contribuisce a un organismo sano. Rinvigorisce le forze di difesa, sostiene la guarigione dell’intestino, serve contro disturbi digestivi, attiva il metabolismo, è un alimento con effetto positivo sul sistema nervoso e sostiene la depurazione e la disintossicazione del corpo. Inoltre ha un effetto vitalizzante e rigenerativo al livello cellulare ed esercita un’influenza positiva sulla pelle e sui capelli. Anche nel trattamento di cellulite si può impiegare l’acqua di cocco con grande successo per la depurazione.

I benefici dell' acqua di cocco

La medicina ayurveda si serve dell’effetto curativo dell’acqua di cocco già da millenni: L’acqua di cocco ha effetti antinfiammatori e antifebbrili, depura il sangue e i reni e serve contro malattie della vescica. Secondo l’arte di guarigione ayurveda l’acqua di cocco può inoltre diluire il sangue e prevenire infarti.
La composizione dell’acqua di cocco è simile a quella della soluzione di sale da cucina fisiologica. Soprattutto nei paesi tropicali l’acqua di cocco viene utilizzata con buon successo contro deidratazioni.
L’acqua di cocco contiene inoltre proteine che permettono l’assimilazione immediata nella circolazione sanguigna. Già nella Seconda Guerra Mondiale e nella Guerra del Vietnam iniettavano l’acqua di cocco ai feriti quando mancava il siero del sangue. Anche organi sono trasportati nella soluzione nutritiva dell’acqua di cocco.
L’effetto particolare dell’acqua di cocco sullo stomaco e sull’intestino permette una convalescenza più rapida dopo un’operazione, soprattutto dopo operazioni allo stomaco o al cuore, perché l’acqua di cocco copre il fabbisogno di sostanze nutritive necessarie ed è facilmente digeribile.
Ricchissima di vitamine, enzimi ed oligoelementi di pronta assimilazione, l’acqua di cocco è ideale come bevanda ricostituente da consumare a volontà soprattutto in primavera e in estate, quando l’aumento della temperatura accentua la sete e la dispersione di sali minerali attraverso il sudore.

AIUTA INTESTINO E DIURESI
L’acqua di cocco preziosa in questa stagione perché rinforza le difese, attiva il metabolismo e combatte la stanchezza. Non solo: l’acqua di cocco mantiene sano l’intestino e migliora i processi di depurazione. E contribuendo a conservare la naturale idratazione dei tessuti, li mantiene giovani e tonici. Infine, l’acqua di cocco (a differenza del latte) contiene pochissimi grassi (1,05 g per 100 ml), è ipocalorica ed è dunque adatta anche a chi segue una dieta.

ELIMINA TOSSINE E MERCURIO DAL CORPO E AIUTA CHI SOFFRE DI CELLULITE
L’acqua di cocco ha un’ulteriore, particolarissima virtù, nota da millennni ai medici ayurvedici: guarisce le infiammazioni, “alleggerisce” il sangue dalle scorie, stimola l’attività renale e circolatoria, tutte proprietà che contribuiscono a prevenire e ridurre gonfiori e cellulite. Inoltre, l’acqua di cocco s’impiega con successo per rimuovere i residui di amalgama di mercurio che, per esempio dalle otturazioni dentarie, migrano nel sistema linfatico e nell’intestino legandosi alle cellule sane dell’organismo: l’assunzione quotidiana di questa bevanda velocizza e facilita l’espulsione di queste tossine.

 
DUE BICCHIERI AL GIORNO VINCONO STRESS E DEBOLEZZA
Durante la giornata, la mattina a digiuno e a metà di pomeriggio, assumi un bicchiere di acqua di cocco. Puoi incrementare la quantità quando inizia a far caldo e conti-nuare l’assunzione durante tutto l’anno. L’acqua di cocco si trova nei negozi di cibi naturali anche abbinata ad altri succhi fruttati, come papaia, mango, ananas e maracuja.

CURIOSITA'

Quando si parla di cocco in Occidente, si pensa in genere al cocco color marrone, che in realtà è il “nocciolo” della noce di cocco verde: da quest’ultimo frutto, che viene raccolto in Brasile ancora acerbo, prima della formazione della noce, si estrae invece un liquido dolce che è una miniera di virtù curative.

PURA-logo-home-grey

Acqua di cocco

Copyright © 2016 
International Food and Drinks S.r.l.
P.Iva 012030498557